La cucina

Il Ristorante dell’hotel GranBaita è un luogo accogliente, strutturato in diversi ambienti arredati in stile alpino. La zona caminetto è la prima che si incontra appena entrati, si proseguire poi nella parte centrale della baita che è caratterizzata da piccoli angoli raccolti e discreti. Infine si accede nella terza sala, totalmente rivestita in legno chiaro con ampie finestre direttamente sul Monterosa, e sulla distesa che ospita l’anello dello sci nordico. Questa sala è la più ampia e si adatta molto bene sia a tavolate che a piccoli gruppi.

La nostra specialità, ovviamente, sono i prodotti tipici ed i piatti tradizionali della Valle d’Aosta e della cucina di montagna.

La carta dei vini propone un’attenta selezione di produttori che ci hanno particolarmente colpito per il loro lavoro in vigna ed in cantina. Di questi, della Valle d’Aosta e non solo, vi proponiamo le etichette che pensiamo si possano meglio esprimere in abbinamento alle pietanze della nostra cucina.

Contattateci per eventi, gruppi o ricorrenze importanti, siamo a disposizione per condividere con voi il menù tipico che più si adatta alle vostre esigenze.

La tentazione di rinnovare costantemente il menù è forte ma ci sono piatti che se mancassero, verrebbe meno un pezzetto di narrazione del territorio. Alla polenta non si rinuncia neanche ad agosto e la prepariamo concia di Fontina dop, oppure con i funghi porcini e a volte con la fonduta.

Molto apprezzato anche il gustoso e aromatico risotto con la mocetta di bovino e la Toma di Gressoney. La mocetta è un salume antico, tipico della Valle d’Aosta e della confinante area piemontese del Canavese.

Alla nostra tavola non manca il civet di selvaggina che prevede di far riposare la carne per svariate ore in un bagno di vino rosso, bacche e spezie al quale fanno seguito cotture lunghe che ci consentono di gustare un piatto profumato e morbido.

Ma la cucina valdostana, saggia e povera allo stesso tempo, propone anche leccornie semplici come la zuppa asciutta a base di pane raffermo, cavolo e Fontina, una vera delizia per vegetariani e non.

Se non conoscete il Lard d’Arnad ve lo facciamo assaggiare noi! Prodotto di montagna per antonomasia, in passato il lardo è stato l’unico condimento disponibile in alta quota tutto l’anno, perché l’olio d’oliva era troppo caro visto che gli ulivi non sopportano le basse temperature di montagna.

Sempre a proposito di cose buone e sane al 100%, a Gressoney ha preso forma un importante presidio della biodiversità, che ha riportato nelle cucine, una incredibile varietà di patate dell’arco alpino e di ortaggi antichi. Tutto ciò è reso possibile dalle ricerche e dal lavoro dei giovani agricoltori di Paysage à manger che a loro volta hanno dato vita, coinvolgendo altri produttori della Valle del Lys, al Samstag Märt, il mercato del sabato, che ha luogo da fine giugno a fine ottobre, presso l’orto di Zer Mièle, in strada Castello Savoia.